ROBERTO GATTO " PROGRESSIVAMENTE"

Roberto Gatto > batteria
Marcello Allulli > sax, live electronics
Francesco Fratini > tromba
Alessandro Gwis > piano e tastiere
Andrea Molinari  > chitarra
Pierpaolo Ranieri > basso elettrico, live electronics

Progressivamente è un progetto tra jazz e rock progressive nato da un’urgenza compositiva de “Il batterista italiano” Roberto Gatto, musicista tra i più riconosciuti al mondo da pubblico e critica. «È grazie ad alcuni gruppi come i Soft Machine, Nucleus, Matching Mole –afferma il batterista romano– che ho imparato a conoscere meglio il jazz Afro-Americano. In quegli anni ho avuto la fortuna di ascoltare dal vivo praticamente tutti i migliori rappresentanti di quella “nuova” musica che arrivava dall’Inghilterra: Genesis, Van der Graaf Generator, Emerson Lake & Palmer, King Crimson, Curved Air, Jethro Tull, Yes…» Nel repertorio di Progressivamente compaiono brani di molti degli artisti sopra citati, nonché alcune composizioni originali e -naturalmente- momenti di sana improvvisazione; la ricerca è quella di riportare in luce quell’affascinante e complesso patrimonio musicale -così ricco di spunti e sfumature- in una riscrittura contemporanea anche guidata dalle personalità dei musicisti coinvolti. L’ensemble di Gatto è composto da Marcello Allulli al sax tenore, Francesco Fratini alla tromba, Alessandro Gwis al piano e tastiere, Andrea Molinari alla chitarra elettrica e Pierpalolo Ranieri al basso elettrico.

Roberto Gatto, batterista, nato a Roma il 6 ottobre 1958, musicista tra i più riconosciuti al mondo da pubblico e critica. Dopo il debutto professionale con il Trio di Roma insieme a Danilo Rea ed Enzo Pietropaoli, dal 1975 a oggi ha suonato in vari paesi del mondo sia con progetti propri sia a fianco di artisti internazionali. Innumerevoli sono le collaborazioni eccellenti nel circuito del jazz: Chet Baker, Freddy Hubbard, Lester Bowie, Gato Barbieri, Kenny Wheeler, Randy Brecker, Enrico Rava, Vince Mendoza, Steve Lacy, Johnny Griffin, George Coleman, Dave Liebman, Phil Woods, Steve Grossman, Lee Konitz, Michael Brecker, Tony Scott, Bill Smith, Joe Lovano, Stefano Bollani, Enrico Pieranunzi, Franco D’Andrea, John Scofield, John Abercrombie, Billy Cobham, Richard Galliano, Joe Zawinul, Eddie Gomez, Giovanni Tommaso, Pat Metheny, Rita Marcotulli, per citarne alcuni. In ambito extra jazzistico ricordiamo: Mina, Lucio Dalla, Pino Daniele, Ornella Vanoni, Gino Paoli, Ivano Fossati, Riccardo Cocciante, Teresa De Sio, Gilberto Gil, Ennio Morricone.

Come leader ha registrato gli album: Notes, Fare, Luna, Jungle Three, Improvvisi, Sing Sing Sing, Roberto Gatto plays Rugantino, Deep, Traps, Gershwin and more, A Tribute to Miles Davis Quintet, Omaggio al Progressive, The Music Next Door, Roberto Gatto Lysergic Band, Remembering Shelly. Ha inoltre composto musica per il cinema: insieme a Maurizio Giammarco per la colonna sonora di “Nudo di donna” (regia di Nino Manfredi); in collaborazione con Battista Lena per le colonne sonore di “Mignon è partita” (che ottiene cinque David di Donatello) “Verso Sera” e “Il Grande Cocomero”, tutti diretti da Francesca Archibugi. E’ titolare della cattedra di batteria jazz al Conservatorio Santa Cecilia di Roma.