PROCESSO ALLA STORIA : Salieri vs Mozart
Sentenza giuridica in forma teatrale
con gli Avvocati Francesco Vasini e Piero Venturi
Pubblico Ministero Stefano Celli
e con gli attori Aldo Saporetti e Matteo Belli

Produzione di LUGOCONTEMPORANEA in collaborazione con Ordine degli Avvocati di Rimini

Da un'idea -rielaborata- del saggista e poeta Gianfranco Miro Gori, in questo "Processo alla Storia" una squadra di avvocati (veri) riesumerà la controversa morte del compositore e musicista Wolfgang Amadeus Mozart. Sotto accusa è il Maestro Antonio Salieri, presunto omicida del suo rivale più famoso. L'arte della retorica e della parola. Al pubblico il verdetto.


FRANCESCO VASINI
Avvocato del Foro di Rimini

Francesco Vasini, nato a Bologna nel 1967. Si laurea in Giurisprudenza all'Università degli Studi di Bologna abilitandosi successivamente all'esercizio della professione di avvocato. Divenuto Penalista, si iscrive all'Albo degli Avvocati tenuto dal Consiglio dell'Ordine di Rimini, nonché alla "Camera Penale di Rimini", Associazione aderente all'"Unione Camere Penali Italiane". Accanto all'esercizio della professione, è socio e consigliere di "Croce Blu Onlus" Associazione di volontariato associata all'Anpas nonché Socio e Consigliere dell'Associazione culturale "Accademia Panziniana", entrambe situate in Bellaria Igea Marina (Rn). Appassionato di Letteratura e Teatro; ama fuggire nelle città d'arte con una predilezione per Genova.


PIERO VENTURI
Avvocato del Foro di Rimini

E' nato a Rimini nel 1966. Si laurea a pieni voti (110/110) in Giurisprudenza -indirizzo Diritto Internazionale Pubblico- alla facoltà di Bologna con una tesi sperimentale su "General Agreement on Tariffs and Trade (GATT) of Tokyo Round" elaborata presso il Trinity College di Dublino in Irlanda. Affascinato dalle discipline internazionali e dalla storia diplomatica, si diploma in Diritto della Comunità Economica Europea in lingua francese, conseguito presso la Università Cattolica di Lovanio in Belgio (1989-1990) e poi a Roma nella Formazione per le Funzioni Internazionali e per la carriera diplomatica presso la SIOI (Società Italiana per la Organizzazione Internazionale) (1989-1990). Diviene Ufficiale della Guardia di Finanza con il grado di Tenente nel 1992. Avvocato abilitato al patrocinio innanzi alle Magistrature Superiori (Corte di Cassazione) sin dal 2011 ha insegnato nelle scuole di formazione dell'Avvocatura riminese (Scuola per i difensori di ufficio, Scuola per il Gratuito patrocinio, Scuola per la preparazione all'esame di Avvocato). È stato Vice-Presidente della Camera Penale di Rimini e poi membro del Direttivo della Camera Penale di Rimini negli ultimi nove anni. Appassionato da sempre di teatro, ha lavorato in gioventù con il teatro Nuova Edizione di Bologna su testi di Pirandello.


STEFANO CELLI
Magistrato

Stefano Celli, nato a Rimini nel 1964. Dopo la laurea e il tirocinio inizia a esercitare la professione nel 1993 presso la Pretura di Forlì occupandosi prevalentemente di processi penali e in materia di lavoro e previdenza. Successivamente, nello stesso tribunale, è Giudice per le indagini preliminari. Nel 2001 passa a svolgere le diverse funzioni (requirenti) di Pubblico Ministero, dapprima alla Procura della Repubblica di Pesaro e dal 2009 alla procura di Rimini. Ha tre figli, uno più bello dell'altro, che hanno frequentato la scuola più bella di Rimini, l'Asilo svizzero CEIS. E poiché la scuola si preoccupa anche dei genitori, ha potuto partecipare per diversi anni all'annesso gruppo teatrale, compagnia che ha messo in scena otto spettacoli per i ragazzi, così come la band musicale, di cui è stato uno dei cantanti. Per meglio dire, una delle voci. Questa con Lugocontemporanea è la sua prima esperienza di Giudice "Storico".


ALDO SAPORETTI
Attore

E' nato a Rimini nel 1961. Dirige un'agenzia di comunicazione e web marketing. Appassionato di musica e viaggi, si è avvicinato al teatro nel 2005 seguendo alcuni corsi e laboratori sfociati in numerose rappresentazioni di teatro per bambini tra cui "TuDù" (2007), "Il piccolo Troll" (2010), "L'ombra rubata" (2011). Nel 2012 ha seguito il laboratorio "Colore del discorso" di Chiara Lagani (Fanny & Alexander) e nel 2014 il laboratorio di Cesar Brie "Pensare la scena". È membro fondatore della compagnia "Reparto Prototipi" con la quale nel 2012 ha rappresentato "Kairos"" tratto da un testo di J.L. Borges e per la regia di Paola Doghieri, "Orsogno" (2014) scritto da D. Diotallevi e il recente "Le parole del mare" dal libro "Com'è profondo il mare" di Nicolò Carnimeo.


MATTEO BELLI
Attore

E' nato a Bologna nel 1964. Laureato in Lettere Moderne, presso l'Università di Bologna, con una tesi in Letteratura italiana sulle "'Rime giullaresche e popolari d'Italia' di Vincenzo De Bartholomaeis". Si avvicina al Teatro nel 1989 dapprima come mimo-fantasista e attore, poi come regista, autore e attore. Dal 1998 ha lavorato per diversi anni per il Festival 'Un puente, dos culturas', in Argentina e Uruguay. Dal 2003 è attore e insegnante anche in Svizzera, Brasile, Spagna e Francia. Tra i tanti progetti che lo hanno visto autore e interprete ricordiamo: "La bottiglia delle smorfie di sapone" (1990/91) "Lo scienziato e la formica, Giullarata di fine millennio" (1992), "Perseverare humanum est" (Piccolo mosaico di storie bibliche e moderne) (1994), "Trittico per un altare" (1996), "N come No, dai, un altro Recital?" (1999), "Genti, intendete questo sermone" (Monologhi giullareschi medioevali e moderni) (2000), "Ora X: Inferno di Dante" (2001, DVD del 2007), "Marzabotto" (2008), scritto assieme a Carlo Lucarelli, "Bononia ridens" (Ritratti universali di comicità bolognese) (2013) e "Cuore in gola" (Storie di coraggio e di libertà) (2014). Come autore di riscritture e interprete realizza "Le maschere di dentro" (Omaggio a Italo Calvino) (2001), "Favolando per il mondo" (5 favole per 5 continenti) (2003), "Le guerre di Walter" (Omaggio a Walter Chiari) (2007), riduzione solistica del precedente "Caro Walter…" (2006). Come regista e interprete mette in scena diverse letture-spettacolo tra le quali "Un amore impossibile" di Giorgio Manganelli (2001). Il felice connubio che vede sul palco attori e musicisti, lo induce a ricercare testi in cui il tessuto letterario s'intrecci e si completi nell'esecuzione musicale dal vivo come in "Del mondo ho cercato - Poesia e musica medioevale italiana". Dal 2003 ha più volte rappresentato "Nuove parole per le Stagioni", su "Le Quattro Stagioni" di Antonio Vivaldi. Del 2006 è invece "Come l'aria dei venti, come i voli del sonno", lettura-concerto dal II libro dell'Eneide di Publio Virgilio Marone. È stato ospite di numerose trasmissioni radiofoniche e televisive in Italia e all'estero, oltre ad aver partecipato, come voce recitante, a diverse produzioni discografiche. Dal 2005 assieme al foniatra prof. Franco Fussi, ricerca le qualità risonatorie della voce attoriale. Conduce un'intensa attività didattica vincendo anche alcuni premi e menzioni speciali collaborando come docente con le Università di Bologna, Pisa e Milano. Ha inoltre realizzato il film-documentario "Pianoro strada statale 65" (1994) e il monologo teatrale "Dedicato a Firdaus" (2003), tratto da "Firdaus" di Nawal al Sa'dawi. È tra i fondatori e presidente dell'Associazione culturale Ca' Rossa/Centro Teatrale per l'Oralità.

news | chi siamo | download | press | contatti