Denner hack (fleisch) 2
Installazione Sonora per strumenti auto-performanti e clarinetto basso

SIMONE PAPPALARDO | PAOLO RAVAGLIA

"Le leggi acustiche che regolano la produzione del suono dei clarinetti sono espanse e declinate in modo da creare una installazione immersivo-interattiva. Nell'ambiente della Torre del Soccorso sono disposti oggetti sonori e tubi risonanti di diverse altezze a suggerire l'idea di un piccolo bosco. Queste strutture auto-performanti producono timbri in relazione alle proprie frequenze di risonanza e in equilibrio con i suoni dell'ambiente, grazie a una serie di generatori controllati da computer e di grandi ance create partendo da oggetti di uso comune. L'installazione è auto-generativa e rimane attiva per i giorni 23, 24 25 luglio, e prevede una performance in cui i timbri generati da questo ecosistema sonoro vengano ulteriormente arricchiti e integrati dal vivo. La performance è infatti completata dall'uso di strumenti originali costruiti dagli autori stessi. Questi tubi sonori richiamano esteticamente e per logica di funzionamento, i singoli elementi che costituiscono il bosco e i clarinetti. Denner hack (fleisch) 2 si avvale di un insieme di leggi fisico-acustiche che crea equilibri sonori ed estetici in divenire. Il fine è quello di permettere una funzionale convivenza e una giusta causalità tra i suoi elementi costitutivi. In pratica è quello che la giurisprudenza spesso cerca di fare con estrema difficoltà". (di Simone Pappalardo e Paolo Ravaglia)

SIMONE PAPPALARDO
Simone Pappalardo, nato a Roma nel 1976. E' docente di composizione musicale elettroacustica presso il conservatorio de L'Aquila e presso il conservatorio di Latina. Da anni crea composizioni elettroacustiche, installazioni sonore interattive e performance d'improvvisazione per strumenti elettronici da lui costruiti. Sue opere sono state eseguite e allestite in molti festival internazionali e musei di tutto il mondo (fra cui Maxxi, Macro, festival Musicacoustica di Pechino, teatro globo di Buenos Aires, Festival di musica elettroacustica di New York, Festival di Nuova Consonanza). Ha collaborato con numerosi musicisti, compositori, artisti dell'arte contemporanea, del teatro e della danza di ricerca. Con la composizione "hyde, per pianoforte preparato sollecitato da impulsi elettromagnetici" ha vinto una menzione speciale al Premio nazionale delle Arti.

PAOLO RAVAGLIA
Nato a Lugo (RA) nel 1959. Versatile polistrumentista e docente di clarinetto e clarinetto jazz al Conservatorio G.B. Martini di Bologna. Nella sua vivace carriera è stato in tournée in Europa, Asia centrale, Africa, Giappone, Canada, Stati Uniti e America Latina. E' il clarinetto principale della PMCE (Parco della Musica Contemporanea Ensemble) e dal 1991 è membro di Alter Ego, ensemble cameristico specializzato nell'interpretazione della musica contemporanea, leader tra quelli europei. Come relatore ed esecutore ha tenuto masterclass, conferenze e seminari sul clarinetto per Università, Conservatori, Istituzioni pubbliche e private in Italia, Europa e U.S.A. Ha registrato per: Touch, Stradivarius, ESZ, B.M.G, Via Veneto Jazz - RCA Victor, Jazz Mobile, Edipan, Dischi Ricordi, Biennale di Venezia, Emergency, Godrec, Temporary. Versatile esecutore anche nel campo della musica sperimentale non accademica, ha collaborato con: Philip Glass, Frederic Rzewski, Steve Reich, Terry Riley, Pansonic, Matmos, Djivan Gasparian, D-fuse, Philip Jeck, Scanner, William Basinski, solo per citarne alcuni. Dal 2006 al 2009 è stato Presidente dell'Associazione Nuova Consonanza di Roma.

news | chi siamo | download | press | contatti